Secondo i Verdi ( Bonelli ) i 336 mln di euro promessi dal governo sono insufficienti se paragonati ai 5 mld stanziati per Porto Marghera.

I danni prodotti sono il risultato del vuoto della politica che per decenni si é disinteressata del disatro ambientale provocato dal polo siderurgico.

Il siderurgico ha causato danni all'agricoltura ( che é interdetta per un raggio di 20 Km), all'allevamento ( migliaia di capi sono stati abbattuti ), alla miticultura.

Il gruppo Riva ha conseguito utili per 3 mld di euro; pertanto ha i mezzi per bonificare il territorio conseguente alla legislazione europea "chi inquina paga".

I verdi chiedono una "no tax area" per Taranto della durata di almeno 5 anni così da attrarre investimenti italiani ed esteri per costruire un modello amico del lavoro e della vita.