IL RETAGGIO DELLA RIFORMA RADICALE

 
 

 

13 - IL CAMMINO DELLA RICONCILIAZIONE

 

La Confessio Augustana del 1530 sancì la definitiva condanna luterana degli anabattisti e soltanto nel 1980, ad Augusta, in occasione delle celebrazioni ecumeniche per i 450 anni della Confessio, il Comitato esecutivo della Federazione mondiale luterana (Flm) adottò una “Dichiarazione sulla Confessio Augustana” che esprimeva pentimento per le sofferenze causate dalle condanne di alcune opinioni degli anabattisti contenute nella Confessione e auspicava il superamento delle divisioni ancora esistenti.

 

Qui nel mezzo del fiume Limmat da una piattaforma di pesca furono annegati Felix Manz e cinque altri anabattisti al tempo della Riforma tra il 1527 e il 1532. Hans Landis fu l’ultimo anabattista a subire l’esecuzione a Zurigo il 1614
Qui nel mezzo del fiume Limmat da una piattaforma di pesca furono annegati Felix Manz e cinque altri anabattisti al tempo della Riforma tra il 1527 e il 1532. Hans Landis fu l’ultimo anabattista a subire l’esecuzione a Zurigo il 1614

Il percorso del dialogo che ha portato luterani e riformati a chiedere scusa e ad abbracciare i mennoniti, discendenti degli anabattisti, per le persecuzioni subite dai loro antenati è stato lungo e si è concluso con atti formali e sostanziali di riconciliazione. Il dialogo si è svolto a livello nazionale in Francia (1981-84), Germania (1989-92) e Stati Uniti (2001-04) e a livello internazionale tra la Flm e la Conferenza mennonita mondiale (Cmm ovvero MWC : Mennonite World Conference).

 

Nel 2002 fu creata una Commissione internazionale di studio luterana-mennonita che presentò il proprio rapporto, Guarire le memorie: riconciliarsi in Cristo al Consiglio della Flm nel 2009.

 

Danisa Ndlovu ( Pres. della Mennonite World Conference ) a sx abbraccia Ismael Noko ( segr. Generale della Federazione Mondiale Luterana ) dopo l’apologia dell’anabattismo fatta dalla FML. ( 2009 – Asuncion – Paraguay )
Danisa Ndlovu ( Pres. della Mennonite World Conference ) a sx abbraccia Ismael Noko ( segr. Generale della Federazione Mondiale Luterana ) dopo l’apologia dell’anabattismo fatta dalla FML. ( 2009 – Asuncion – Paraguay )

“Il passato non può essere cambiato, ma possiamo cambiare il modo in cui il passato è ricordato nel presente. Questa è la nostra speranza.”

 

Guarire le memorie: riconciliarsi in Cristo.

 

Rapporto della commissione internazionale di studio luterana-mennonita (2009).

 

 

 

Lo scorso anno, il Consiglio della Flm ( Federazione Mondiale Luterana ) (Wittenberg, 15-21 giugno 2016) ha approvato un documento, intitolato “Portare frutto”, che indica come luterani e mennoniti stanno intraprendendo un cammino per superare le ferite del passato con nuove forme di collaborazione e comunione.

 

 

2017 – 03 -07