CHIESA BATTISTA DI REGGIO CALABRIA

 

 

Il 18 Settembre 2011 Mari e Rossella hanno reso la loro testimonianza battesimale nelle acque dello stretto di Messina.

 

Come si può intuire dalle immagini – normalmente – la forma del battesimo é quella dell'immersione totale del/della battezzando/a nell'acqua ( segno della sua morte ) da cui riemerge ( nasce in novità di vita ).

Oggi questa forma é praticata in molte chiese cristiane, ma nel XVI secolo furono appunto i battisti a rivendicarla e a praticarla per primi nell'età moderna.

 

In base alla Confessione di fede delle chiese battiste dell'UCEBI "il battesimo nell’acqua di quanti confessano la fede è il primo atto di obbedienza del cristiano. Esso è amministrato dalla Chiesa nel nome del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo. In virtù del battesimo nello Spirito, che rende efficace quello dell’acqua, i credenti nascono a nuova vita e sono uniti nel Corpo di Cristo".

 

Nel battesimo il/la battezzando/a :

1) confessa la sua fede nel Signor Gesù Cristo;

2) compie il primo atto di obbedienza al Signore;

 

Il battesimo:

3) é amministrato dalla chiesa ( non dal pastore );

4) é amministrato con la formula trinitaria;

 

Il battesimo nello Spirito rende efficace quello nell'acqua:

a) i battezzati nascono a nuova vita;

b) i battezzati sono uniti nel Corpo di Cristo ;

 

Il battesimo cristiano – così come viene inteso nelle chiese battiste – non é un sacramento ( per cui l'azione di Dio - il battesimo nello Spirito - deve seguire necessariamente l'azione umana del battesimo nell'acqua ). Noi crediamo, speriamo, preghiamo che questo avvenga; ma il tutto rimane nella piena e sovrana libertà di Dio, che non é assolutamente legato ad una forma automatica o di necessità rispetto ad una parola o a un'azione umana.

 

S.C.  -    Foto e notizie: Lucia Malara

 

 

(120614)