Pigs! La crisi spiegata a tutti

Paolo Ferrero

Derive Approdi editore, pp. 216, 2012, collana Fuori Fuoco

 

Il titolo è Pigs! Uno penserebbe ai maiali (pigs), e invece è l' acronimo di Portogallo, Italia, Grecia e Spagna. Libro didattico, sottotitolo «La crisi spiegata a tutti», ma anche politico. Ferrero è acuto e massimalista, come sempre. Dopo averlo letto, si esce dalle sue parole con un lievissimo pessimismo ( secondo alcuni), stimolati a riflettere ( secondo altri).

 

Perché i tecnici sono «apprendisti stregoni», «medici medievali» che stanno uccidendo il paziente, Monti «è peggio» di Berlusconi, la crisi «irreversibile». L' Europa è «sulla strada della barbarie», la controrivoluzione liberista di Friedman, «applicata da Pinochet e ora da Monti» ci ucciderà e con il fiscal compact ci aspettano «30 anni di stagnazione economica».

 

È un libro che confida nella razionalità degli umani, nel fatto che dalla comprensione della realtà possa scaturire una coscienza, e quindi un comportamento diverso. È un libro che confida nel fatto che gli schemi di gioco delle squadre di calcio siano più complicati dell’economia. Se tutti discutono con competenza dei primi, potranno capire anche la seconda. Ed evitare di delegare a «tecnici» venduti la gestione della loro vita.

(120913)