Aperti i corridoi umanitari

 

 

Nonostante le tariffe cambino a seconda della rotta, delle condizioni locali e delle modalità di trasporto, i costi del viaggio e dell’accoglienza sono significativamente inferiori rispetto a quanto pagherebbe un migrante per poter raggiungere l’Europa.

“Noi spendiamo 300/400 euro per persona, il prezzo di un normale biglietto aereo”, chiarisce Cesare Zucconi. “Inoltre il canale umanitario è uno strumento più sicuro e meno rischioso sia per i migranti, sia per i paesi ospitanti, poiché l’identificazione dei rifugiati avviene prima della partenza”.

 

 

<< BACK >>