SINODO CHIESE METODISTE E VALDESI 2014

Mozioni approvate

Da Riforma n. 34/2014

 

8 - Cultura e comunicazione

Il Sinodo, convinto dell’importanza di Riforma come strumento di testimonianza e informazione, consapevole e preoccupato per le gravi difficoltà in cui versa la stampa nel nostro Paese, ritenendo che la missione del settimanale giustifichi pienamente gli investimenti fatti per la sua promozione e per il suo rinnovamento e consapevole delle oggettive difficoltà a raggiungere il pareggio di bilancio per qualsiasi testata giornalistica italiana, accoglie con favore il nuovo progetto «Riforma si fa in quattro», riconoscendo positivamente gli elementi innovativi apportati per la promozione della testata e per la sua fruizione da pubblici diversi; raccomanda alla redazione una rinnovata cura ai contenuti, valorizzando le competenze presenti nelle nostre chiese e portando all’attenzione dell’opinione pubblica italiana anche le tematiche e i dibattiti del protestantesimo nazionale e internazionale.

 

Riconosce l’importanza di una stretta collaborazione con altri organi di informazione evangelica (RBE, Nev-Fcei) e invita le chiese, i concistori, i consigli di chiesa e i singoli membri di chiesa a promuovere e a sostenere Riforma in tutte le modalità di fruizione oggi offerte, sottolineando il fatto che questo importante strumento di informazione e formazione favorisce una più consapevole partecipazione alla vita della chiesa.

 

Il Sinodo, riconoscendo l’importanza della Claudiana, come casa editrice protestante, testimonianza storica della presenza evangelica in Italia, e delle librerie ad essa connesse che si caratterizzano come spazi aperti nelle città non solo di carattere commerciale ma anche di scambio culturale e di informazione su realtà e prospettive del protestantesimo, consapevole delle problematiche che interessano l’editoria italiana in generale che sta attraversando una lunga stagione di crisi, auspica una sempre maggior partecipazione della Claudiana alle diverse manifestazioni di promozione e divulgazione dell’editoria per rendere più visibile la presenza della nostra editrice nel panorama librario italiano; invita le chiese ad attivarsi per la promozione, interna e esterna, delle pubblicazioni Claudiana anche attraverso iniziative come «La settimana del libro protestante» intorno all’anniversario della Riforma e ringrazia i membri del consiglio di amministrazione per l’impegnativo lavoro svolto, invocando su di loro la benedizione del Signore per la difficile sfida che si trovano ad affrontare nel rilancio della Claudiana s.r.l sul piano nazionale.

 

Il Sinodo, richiamando l’art. 59/SI/2013, si rallegra dei dinamici sviluppi connessi all’importante lavoro in atto di catalogazione dei nostri beni culturali in collaborazione con le chiese, gli enti e gli istituti interessati; coglie l’utilità dell’ideazione di una piattaforma informatica che permetterà di interconnettere i dati della catalogazione e i contenuti relativi al patrimonio culturale e chiede alla Tavola valdese di costituire un proprio ufficio apposito, connesso direttamente all’archivio, per sviluppare ulteriormente, in termini professionali secondo i criteri del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, il processo di gestione dei beni culturali e la loro valorizzazione e fruibilità da parte del grande pubblico.

 

Il Sinodo, considerata l’importanza che il patrimonio strumentistico e la tradizione musicale ricoprono storicamente nelle nostre chiese, invita la Tavola valdese a nominare una apposita commissione che coordini a livello nazionale le iniziative di promozione del nostro patrimonio musicale.

 

Il Sinodo, consapevole della crescente importanza di avere visibilità sul web, invita le chiese che non l’abbiano già fatto a creare un proprio sito web, valorizzando il rapporto con il portale ufficiale delle nostre chiese, come strumento di testimonianza e di informazione soprattutto verso  l’esterno, avendo cura di aggiornarlo periodicamente.

 

 

 

<< BACK