Assistenza agli immigrati da parte della FCEI

 

La Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia (FCEI) ha lanciato il progetto "Mediterranean Hope". Suscitato dal dramma di migliaia di profughi morti nel tentativo di raggiungere le coste italiane, il progetto coinvolgerà le chiese e le opere evangeliche della Sicilia.

 

 

Il progetto Mediterranean Hope – spiega il pastore Massimo Aquilante, presidente della FCEI - consiste in un osservatorio a Lampedusa che produrrà notizie e materiali utili a sensibilizzare l'attenzione pubblica italiana e internazionale, e in un Centro d'accoglienza a Scicli (RG), che intendiamo realizzare con il sostegno delle chiese protestanti di tutta Europa per testimoniare insieme che Lampedusa e la Sicilia non sono i confini estremi dell'Italia ma la frontiera meridionale di un intero continente". Oltre che attività di accoglienza, orientamento e formazione, il Centro di Scicli promuoverà programmi sociali interculturali aperti alla popolazione locale.

 

Il progetto è finanziato con i fondi dell'8 per mille delle chiese valdesi e metodiste.

 

Il Centro di accoglienza di Scicli sarà realizzato locando alcuni appartamenti ( piano terra e vari piani ) in un edificio di recente costruzione. Il centro necessiterà della presenza di personale di assistenza e servizio sia diurno che notturno ( vigilanza).

 

La FCEI ha organizzato un seminario di un seminario di formazione su “Politiche e modelli di accoglienza” che è stato tenuto il 20 maggio a Roma . I lavori – aperti dal presidente della FCEI - si sono svolti presso il Centro congressi Cavour.

 

A Vittoria – nell'ambito del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati ( SPRAR ) è invece attivo – presso i locali della casa di riposo un servizio di prima accoglienza per gli immigrati.

 

 

( da NEV e vari )

 

(140524) C.S.